La pulizia e la manutenzione delle superfici delle porte interne è una pratica molto semplice, la quale richiede però delle attenzioni.

Trattandosi di materiale naturale protetto da vernici all’acqua, è fondamentale evitare l’utilizzo di prodotti aggressivi che potrebbero intaccare la vernice causando un danno irreparabile, se non riverniciando completamente la parte interessata.

Utilizzare prodotti neutri o preferibilmente l’apposito detergente fornito dal produttore della vernice usata sulle nostre porte.

Per la manutenzione delle porte interne in legno o laccate, seguire quindi i seguenti passaggi:

Se si puliscono frequente: inumidire un panno morbido con acqua e detergente (o sapone neutro) e strofinarlo sulla porta, non troppo energicamente.

Per una pulizia più approfondita consigliamo invece questa procedura:
1) Versare un tappo di detergente (o sapone neutro) in 3 litri di acqua circa, passare sulla porta una pelle (come quella che si usa per pulire le auto) bagnata o un panno in microfibra con il mix di acqua e detergente.
2) Ripassare con una seconda pelle (senza detergente) o con un panno in microfibra.
3) Concludere con un passaggio di panno morbido asciutto.

Per le porte con vetro va benissimo lo stesso procedimento, ma si può utilizzare un detergente apposito per i vetri. Spruzzare su un panno e passare su tutta la superficie del vetro. Per i vetri satinati si consiglia di detergere bene la parte lucida e passare delicatamente la parte satinata, onde evitare aloni.

Il trucco che fa la differenza? Strizzare bene le pelli o i panni in micorfibra e non far colare l’acqua sulla porta!

pulizia,porte,manutenzione,legno, Guida alla pulizia e manutenzione delle porte interne in legno